Avviso ai naviganti: Open Government Partnership Meeting 2012


Nei prossimi due giorni, sarò a Brasilia per seguire i lavori del primo meeting annuale della Open Government Partnership, il progetto intergovernativo avviato nel 2011 per affermare a livello internazionale i principi dell’Open Government.

È quindi probabile che, in questa settimana, i siti per cui scrivo e i miei social siano “monopolizzati” da questo importante appuntamento.
La speranza è che, grazie a questi post, anche coloro che – finora – non si sono appassionati all’Open Government possano comprendere la centralità di questo tema per l’evoluzione della nostra democrazia e, quindi, delle nostre vite.

Proprio oggi, l’amico Salvatore Marras (nel modo brillante che gli è proprio) solleva una delle questioni che ha contribuito alla scarsa “popolarità” dell’Open Gov fuori dalla cerchia di “addetti ai lavori”: la sua ambiguità.
Si tratta di un ragionamento che mi ha colpito visto che da poche ore sono arrivato a Brasilia, città che ospita il meeting e che rischia di diventare metafora inconsapevole delle vicende dell’Open Gov: una città voluta da pochi, progettata in modo (forse troppo) evoluto ma che non è entrata nel cuore di nessuno (a quanto capisco, neanche degli stessi Brasiliani).

Cominciamo a parlarne, magari proprio partendo da quello che si dirà all’OGP Meeting.
Per chi vuole saperne di più, segnalo che il programma è disponibile qui, mentre cliccando qui è possibile registrarsi per il Webcast.

Sui social, potete seguire gli hashtag #OGPBrasilia2012 e #OGP2012

Buon lavoro a tutti 🙂

Salvo dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza CC BY-NC 4.0 | Privacy policy
Designed by Lago digitale